I mōd ed dîr (i modi di dire)

I mōd ed dîr (i modi di dire)

A m-è d-avîś, mi sembra, credo che … e simili. L’espressione deriva dal lat. videor, sembrare, nella forma mihi visum est, mi sembra. Tuttavia avîś assume anche altri significati: avviso, avvertimento: s’a vén la muría ind i ēśen, tè t-an fē gnanch in tèimp a lêżer...
Diario dell’orto: Marzo

Diario dell’orto: Marzo

A marzo cominciano ad apparire le prime erbe ed i primi fiori, e le ultime tracce di neve sono ormai sparite quasi del tutto. I lavori agricoli riprendono nei campi e negli orti. Dopo una accurata zappatura nell’orto, si procede alle semine di molti ortaggi come...
Erbazzone dolce

Erbazzone dolce

Con 200 gr di farina 00, 150 gr di ricotta (piuttosto soda), un uovo intero, 70 gr di zucchero a velo, 50 gr di burro sciolto e un cucchiaio di lievito per dolci, preparate sul tagliere un impasto; lavoratelo velocemente e mettete a riposare per almeno 30 minuti,...
Mese di Marzo

Mese di Marzo

Il mese di marzo porta l’inizio della primavera, pur mantenendo un andamento climatico ancora molto instabile. Il 21 del mese, le ore di buio e quelle di luce si equivalgono, per la presenza dell’equinozio primaverile. In quei giorni i rospi escono dal letargo e...
Sant’Antonio

Sant’Antonio

“…quando i bovari accompagnavano gli animali sul sagrato, prendevano parte alla processione tenendo una candela accesa in mano. Ciò, con ogni probabilità, in relazione al fatto che Sant’Antonio era considerato popolarmente padrone del fuoco” da...
Primavera di Gennaio

Primavera di Gennaio

Premavêra de żnēr, arvîna dal granēr = primavera di Gennaio, rovina del granaio (la primavera di gennaio rovinerà i futuri raccolti e i granai potrebbero restare vuoti). Tratto dal libro “Il ciclo dei mesi nella civiltà contadina”, dei Proff. Sara Prati e...
Fervèer

Fervèer

Adês, a sûn al šgumbìi dal vèint in mêš a ûn prèe, la crèsta šaltêina d’ûn pisalèet, ‘na róoša apasîda… al culóor, la so frîda e cóome smêinsa, vulôt i’s pêrden i mè pinsèer in mêš a la têra ancòra rušnêinta. Sé po’ da lè a pòoch tè t’ìi vedrèe fiurîr, a vóol dîr chê...
I mōd ed dîr (i modi di dire)

I mōd ed dîr (i modi di dire)

Fēr i cuê a badalócch, agire in modo rovinoso, caotico, senza cervello. Andēr a badalócch, andare in rovina, a rotoli; avêrn a badalócch, averne in enorme quantità; fēr dal badalócch, fare chiasso. Di etimologia incerta. Sembra derivare dall’antico ital. “badaloccare”...
Scorze candite di arancia

Scorze candite di arancia

Prendete delle belle arance non trattate dalla buccia grossa e sana, tagliatene i due poli e dividetene la buccia in strisce uguali. Mettete queste strisce in acqua fredda per tre o quattro giorni, cambiando l’acqua mattina e sera, per togliere alle bucce l’amaro. Poi...
Mese di Febbraio

Mese di Febbraio

Il mese di febbraio, oltre ad essere il più corto dell’anno, presentava anche aspetti molto discordanti. Da un lato, per i contadini, rappresentava un periodo di relativo riposo, inoltre le giornate avevano già molte più ore di luce e facevano capire che la primavera...