Santa Bibiana: 2 Dicembre

Santa Bibiana: 2 Dicembre

“S’a piôv par Santa Bibiana a piôv par quaranta dè e ‘na stmàna”, se piove per S. Bibiana (2 dic.) pioverà per quaranta giorni e una settimana. Il n. 40 era ritenuto quasi magico, perché fin dalla notte dei tempi rappresentava il periodo di una...
Diario dell’orto: Dicembre

Diario dell’orto: Dicembre

Disegno: Giorgio Rinaldi, Orto d’inverno, past. ad acq. Rubrica di Sara Prati L’orto in dicembre consentiva per lo più lavori di tipo preparatorio e concimature, in vista delle semine della successiva primavera, naturalmente se la stagione lo consentiva. Se il terreno...
La tradizione del ciocco di Natale

La tradizione del ciocco di Natale

Una delle più antiche e belle tradizioni natalizie è rappresentata dal ceppo o ciocco di Natale, che risale almeno al XII sec. e che fino a qualche decennio fa era ancora molto diffuso nelle nostre campagne. La Vigilia di Natale il capofamiglia (al rezdôr) metteva nel...
Mese di Dicembre

Mese di Dicembre

Dicembre è il mese che conclude l’intero anno solare. Con l’arrivo del mese iniziava per i contadini il lungo inverno col gelo e la neve abbondante. Era un periodo dell’anno poco amato perché c’erano molta miseria e pochi mezzi per resistere al freddo, anche se per...
ÙUN NADÈEL NUSTRÀAN

ÙUN NADÈEL NUSTRÀAN

ÙUN NADÈEL NUSTRÀAN Guèerdli, guèerdli a móod ragasóol cal mìll luuś de stè Nadèel, tùtti cal luuś che i t’imbarbàajen, adèes guèerdli a móod; perchè et vedrèe, ogni aan el dvintaràan sèmper più śmòorti, ogni aan ’na sbrufèeda canàaja la gnirà a śmursèer sèmper ’na...
“Fradd da can”, freddo da cani

“Fradd da can”, freddo da cani

Corso di dialetto modenese del prof. Giorgio Rinaldi  – I modi di dire “Fradd da can”, freddo da cani: freddo terribile. L’origine della locuzione è molto incerta e diverse sono le ipotesi sulla sua antica origine. Forse la spiegazione più realistica è che...
Il croccante

Il croccante

Una volta il croccante era uno dei dolci tipici del periodo natalizio e, data la semplicità del suo metodo di esecuzione, venne spesso preparato nelle cucine contadine. Oggi lo si compera soprattutto nelle bancarelle di dolciumi nelle fiere o sagre. Sembra sia nato...
Lo zampognaro

Lo zampognaro

Lo zampognaro è il suonatore di zampogna, antico strumento musicale a fiato, molto diffuso un tempo in tutta l’Italia centro-meridionale. I contadini e spesso anche i pastori, durante la stagione invernale, non avevano molto lavoro e lasciavano le loro case per...
Editoriale 2019

Editoriale 2019

La nostra redazione compirà 13 anni nel 2019 e continua a confermarsi il primo e unico mensile che tratta il folclore e la civiltà contadina emiliano romagnola a 360° (ricette, tradizioni, proverbi, modi di dire, antichi mestieri, corso di dialetto modenese on line,...
Al dé di mórt (Il giorno dei morti)

Al dé di mórt (Il giorno dei morti)

Al dé di mórt A i’ò vlù métar un fjòr só la tó tómba, t’arcordat? Andèvan al zimitéri insèm, mé ira cinéna, a ma stufèva, a vlìva ciapèr la biciclèta e pedalèr, gl’ amìghi andèr a catèr. Incùa a vègn chè dèntar, ad dopmeʒdé e crèdum, a pèns sol a té....