Facebook
Corso di dialetto modenese del Prof. Giorgio Rinaldi



Differenze tra dialetto e italiano.

In dialetto Sant, Santo, seguito dal nome maschile iniziante per vocale, mantiene la t (forma intera), pertanto, a differenza dell’italiano, non si apostrofa:
Sant’Antonio, Sant-Antáni/ Sant Antáni (preferisco utilizzare la lineetta, nel rispetto della pronuncia); Sant’Ilario, Sant-Ilàri.
Fanno eccezione alcuni nomi inizianti per la semiconsonante J, attualmente scritti con la I, per motivi di semplificazione grafica. In questi casi si usa la forma tronca San: San Giuseppe, San Iusēf.


(v. G. Rinaldi, Leggere e scrivere in dialetto modenese, Il Fiorino, Modena, ’17).