Facebook
Corso di dialetto modenese del Prof. Giorgio Rinaldi



ACCENTI
Proviamo ad adattare gli accenti ai suoni/ fonemi vocalici di tutte le parlate modenesi, consapevoli che i fonemi in dialetto sono più numerosi che in italiano.
In quattro lezioni, prendiamo in considerazione i suoni delle “vocali semplici” e proponiamo 4 accenti (grave, acuto, lungo, circonflesso). Vedremo in seguito i suoni ed i segni grafici corrispondenti anche alle “vocali turbate”:

1/ 4 - ACCENTO GRAVE
(dall’alto a sinistra verso il basso a destra)

à (grave, pron. aperta e leggermente prolungata, all’inizio o nel corpo della parola),
àmid = amido; bàver = bavero; i magnaràn = mangeranno

à (grave, pron. aperta e breve, solo in fine di parola), al fà = egli fa; và! = vai/ va’!;
al magnarà = mangerà
è (grave, pron. aperta e breve), a gh-è = c’è; dèint = dente; al vdé = vide
ò (grave, pron. aperta e breve), = bue; bòver = bere; a magnarò = mangerò

OSSERVAZIONE: l’accento grave, sempre aperto, in dialetto può presentare due valori quantitativi: 1) leggermente prolungato; 2) breve.