Rubrica: Attualità di CLAUDIA RINALDI.

Una mela al giorno leva il medico di torno. Un recente studio austriaco conferma questo motto con la scienza: il potere magico della mela risiede nei 100 milioni di batteri benefici che vanno a colonizzare l’intestino contribuendo al microbiota intestinale.

Eppure, il clima impazzito frena la raccolta delle mele che in questo periodo dovrebbe essere al suo apice. In Valtellina, patria dei meleti lombardi la raccolta è in ritardo di 10 giorni. La Coldiretti lombarda ha poi previsto un calo del raccolto del 23% dovuto alle gelate tardive primaverili e alle più recenti grandinate.

Condizioni difficili anche per il resto d’Italia, dove la produzione nazionale scenderà del 4%. La prima specie coltivata nel nostro paese è la Golden Delicius, seguita dalla rossiccia Gala. In Europa il primo produttore di mele è la Polonia, noi siamo i secondi con 11,7 milioni di tonnellate di mele e al terzo posto si classifica la Francia.