La redazione e i fondatori

Redazione di Folclore contadino
Direttore Responsabile: Dr.ssa Claudia Rinaldi
Responsabile di redazione: Prof.ssa Sara Prati

Redazione: AAVV
Disegni: Prof. Giorgio Rinaldi
Fotografie: Dott. Lorenzo Ferrarini

Video: “Mo Pensa Te” TRC, Telesanterno, RAI

Realizzazione grafica e impaginazione:
STILWEB di Fabbretti Roberto

Per contattare la Redazione:
E-mail: redazione@folclorecontadino.it

Questo sito è nato dall’idea di due professori di lettere, marito e moglie (Giorgio Rinaldi e Sara Prati) per offrire informazioni sulla civiltà contadina, sul folclore, sulla cucina dei nostri nonni, i proverbi e i detti di allora, affinchè non venissero dimenticate e, soprattutto, per farle conoscere ai giovani d’oggi. Poiché l’idea aveva riscosso subito successo e la figlia Claudia Rinaldi era da tempo giornalista pubblicista (requisito indispensabile per poter dirigere e iscrivere una testata giornalistica), si decise di farlo diventare un vero e proprio mensile: il 29 Giugno 2006 con autorizzazione ministeriale n.1811 presso il Tribunale di Modena. Col tempo, a questa insolita e originale redazione di famiglia, si sono poi uniti appassionati e professionisti (web master, fotografi, collaboratori, poeti dialettali, grafici, social marketing, video makers) alimentando una redazione che conta oggi tantissimi lettori e lettrici anche sui canali social come Facebook. E’ il primo e l’unico mensile in Emilia che tratta di queste tematiche a 360°.
Chi sono i fondatori del nostro mensile:
Giorgio Rinaldi e Sara Prati sono studiosi di storia e tradizioni locali e da quarant’anni compiono ricerche sulla CULTURA CONTADINA nella regione. Hanno pubblicato una trentina di libri di storia locale e folclore.
Sara Prati si interessa anche di cucina emiliano-romagnola, della quale possiede una ricchissima collezione di ricette, raccolte nel corso di un’intera vita ed è socia della Delegazione Terre modenesi dell’Accademia italiana della Cucina. Giorgio Rinaldi da oltre quarant’anni si dedica anche alla pittura ed in particolare all’acquerello (è uno degli allievi dell’esponente del Chiarismo modenese Tino Pelloni), in cui utilizza anche il vino, rigorosamente Lambrusco (www.acquerellodivino.it). E’ quindi anche il disegnatore dei libri e di questo giornale. Entrambi, in qualità di esperti, sono volti noti dal 2004 della seguitissima trasmissione televisiva “MO PENSA TE” di TRC TELEMODENA, diretta da Andrea Barbi.
Claudia Rinaldi per più di 10 anni ha collaborato con Il Resto del Carlino occupandosi di cronaca e valorizzazione del territorio per la Valle del Panaro. Giornalista pubblicista dal 1992, ha pubblicato suoi articoli su IBC, Comunica e Fatti Nostri. Tra il 2011 e il 2012 si classifica tra i vincitori di tre concorsi letterari banditi da Damster Edizioni (MO) pubblicando i suoi racconti. Pubblica due libri assieme alla madre nel 2014 (“Quando non eravamo spreconi” ed. CDL e nel 2015 “In cucina non si buttava niente” ed. CDL) che ottengono riconoscimenti presso Slow Food, Expo2015, C.A.I, nonsprecare.it. E’ stata ospite in molte televisioni locali (TRC, Telereggio, Telesanterno, Antenna Verde) e presso la RAI (Buongiorno Regione) per parlare di tradizioni enogastronomiche e di sostenibilità ambientale. Ha raggiunto il 2° posto a livello nazionale e il 1° regionale nel Concorso Letterario Terre di Guido Cavani nel 2016. Nel Gennaio 2018 ha ottenuto un diploma d’onore con menzione d’encomio al Premio Letterario Internazionale “Michelangelo Buonarroti” della Fondazione Terre Medicee (LU) e nell’Aprile 2018 viene premiata presso il Salone del Libro di Torino con menzione speciale per il concorso letterario Yowras (TO).