Facebook
Home

Maggio


Maggio il mese della guerra e delle infiorate (cavaliere con corona di fiori)

Maggio è un mese ricchissimo di tradizioni legate ai fiori, alla bellezza della natura e all’amore, che ancora oggi rivivono in paesi e borghi dell’Appennino modenese, bolognese e reggiano. Si regalavano alle donne amate e alle fanciulle in età da marito piccoli doni come fiori di campo, rami fioriti, nastri per capelli e dolciumi. Di sera, al buio si facevano romantiche serenate sotto le finestre delle belle ragazze e se non si era intonati si pagava qualcuno dotato di una bella voce per cantare rime d’amore. La ragazza che gradiva la serenata accendeva un lume ed apriva la finestra, altrimenti ascoltava ma non manifestava in alcun modo la sua presenza. Sull’Appenino tosco-emiliano gruppi di giovanotti passavano di casa in casa recando un ramo fiorito e cantando rime d’amore. Questa antichissima tradizione, chiamata Cantarmaggio era molto diffusa e permetteva ai giovani cantori scapoli di entrare nelle case, anche nelle più isolate, e di poter conoscere e poi, eventualmente, frequentare ragazze in età da marito.
























Galleria di disegni sul folclore contadino Acquerello di vino Pittura&dintorni - portale dell'Arte Stilweb - Realizzazione siti Internet