Mese di Maggio 2021

Mese di Maggio

Mese di Maggio

A maggio, la primavera è nel suo momento più bello. Tutto è in fiore: prati, giardini, alberi e siepi e ovunque è un ronzare di insetti a caccia del polline dei fiori.

In campagna, una delle principali attività del mese è la falciatura dell’erba, la più importante dell’intera annata, perché da sola costituiva la metà della produzione annuale di fieno. Un tempo, si diceva infatti: par San Bernardèin ogni êrba la dvèinta fèin, per San Bernardino (20 maggio) ogni erba diventa fieno.

Per i contadini il taglio del fieno (sgaría) era molto gravoso, tanto che si restava in campagna a lavorare fino a quando calava il buio.

Maggio era dedicato alla Madonna e, in onore della Vergine si facevano molte processioni e visite ai santuari a lei dedicati. Ogni sera poi si recitava il rosario, una delle poche occasioni per i giovani di incontrarsi e frequentarsi.

Ricetta contadina

Liquore di rose

Liquore di rose

Rubrica: La ricetta contadina del mese a cura di SARA PRATI. Prendete 50 grammi di petali di rose profumate e mescolateli con 2 etti di zucchero semolato, poi pestateli ben bene in un mortaio, aggiungendo, se il miscuglio fosse troppo denso, un cucchiaio o due di...

leggi tutto

Attualità

20 Maggio: giornata mondiale delle api.

20 Maggio: giornata mondiale delle api.

Rubrica di CLAUDIA RINALDI. La giornata mondiale delle api è stata voluta dall’ONU e dedicata al piccolo ma preziosissimo insetto impollinatore, fondamentale per la vita del nostro pianeta ma seriamente minacciato. Senza le api sparirebbe gran parte della varietà di...

leggi tutto

Cosa Facciamo

Eventi Folclore Contadino ai tempi del Covid-19

Eventi Folclore Contadino ai tempi del Covid-19

Il nostro giornale vive grazie ai sostenitori, agli eventi, agli spettacoli che organizza, alle conferenze, docenze, seminari, presentazioni di libri sulle tematiche di nostro oggetto di studio: folclore e civiltà contadina. Collaboriamo con scuole, Università,...

leggi tutto

Poesia

Primavera

Primavera

Giorgio Rinaldi, Primavera; acquerello su carta Poesia di Nerina Ardizzoni Primavera T'at dasèd 'na matèna cón un poch ad sgargiulèna, l'udòr in d l'aria l'è difarènt, tìra un vènt un po frizènt, indù prema gh'ira sòl brèna, a crès dl'erba bèla vardèna. I putén in...

leggi tutto

Antichi mestieri

Un antico mestiere: al scarpulèin (il calzolaio)

Un antico mestiere: al scarpulèin (il calzolaio)

Quello del calzolaio (scarpulèin) nel mondo contadino era un mestiere spesso itinerante, in quanto questo artigiano si recava presso le famiglie contadine, vi restava per un certo periodo e fabbricava e riparava scarpe per tutta la famiglia, lavorando a mano, con...

leggi tutto

Proverbi contadini

San Cataldo (10 Maggio)

San Cataldo (10 Maggio)

Par San Catēld a và fôra al frádd e a vîn dèintr al chēld, Per San Cataldo (10 Maggio) esce il freddo ed entra il caldo. La temperatura mite, come ricordava un proverbio, si presenta di solito dopo il 10 di Maggio.

leggi tutto

Tradizioni contadine

Il Cantarmaggio

Il Cantarmaggio

Nelle comunità agricole dell’Appennino tosco-emiliano, un rito antichissimo, ancor oggi praticato presso molte comunità, era quello del Cantarmaggio. La celebrazione iniziava al tramonto del 30 aprile e si concludeva alla sera del primo maggio. Gruppi di giovani,...

leggi tutto

Magnêr còun al bvinēl, mangiare con l’imbuto, trangugiare il cibo.

Il modo di dire è conosciuto in tutti i dialetti della regione e numerose sono le varianti del termine “imbuto”, di cui riportiamo le più note: piriö (PC); lorètt (PR); ludrèt (RE); binēl, bvîna, dvinēl, bvinēl (MO); buvinē, buinēl (BO); piriòt, priòt (FE); pidariúl,...

Tgnîr da cat/- d’acàt (Tenere da conto, conservare con cura)

In dialetto la parola (a)cat viene usata soltanto in questa espressione, mentre in italiano “in accatto” (raro), significa “in prestito” e vivere di accatto, “vivere di elemosina”. Il dialetto Tgnîr da cat è un’espressione antica emiliana, già documentata, a Modena,...

Andēr a scrōch (andare a scrocco)

Andēr a scrōch o scruchēr, significa andare a scrocco/ scroccare, chiedere in regalo qualcosa che non ci è stato offerto o farselo pagare da altri, vivere a spese altrui, elemosinare, spesso senza bisogno. Sull’origine della locuzione sono state proposte alcune...

Dēr un côlp al zêrc e un a la báta (dare un colpo al cerchio e uno alla botte)

Dēr un côlp a zêrc e un a la báta , dare un colpo al cerchio e uno alla botte: non scontentare né l’una né l’altra parte contrapposte, con parole e azioni;  tenere i piedi in due staffe; comportarsi in modo diplomatico a volte a fin di bene, ma, a volte, per...

Ciapēr al tōr par i cōren (prendere il toro per le corna)

Ciapēr al tōr par i cōren, prendere il toro per le corna: affrontare una situazione, un problema, una persona con decisione. Il modo di dire ha origine dall’azione già illustrata in documenti e pitture egizie per mostrare come si doveva procedere al sacrificio del...

“Fradd da can”, freddo da cani

Corso di dialetto modenese del prof. Giorgio Rinaldi  - I modi di dire “Fradd da can”, freddo da cani: freddo terribile. L’origine della locuzione è molto incerta e diverse sono le ipotesi sulla sua antica origine. Forse la spiegazione più realistica è che i...

Andēr a vagg, andare a veglia

Andēr a vagg, andare a veglia: trascorrere le sere d’inverno, in compagnia, nelle stalle. Le serate a veglia iniziavano in genere il primo novembre, giorno di Ognissanti e terminavano il 19 marzo, giorno di San Giuseppe. Un tempo c’era l’usanza di ritrovarsi a sera,...

L-ê tótt un ambaradán

Disegno e testo tratti dal libro di S. Prati - G. Rinaldi, 101 Modi di dire in Emilia-Romagna, Ed. Pendragon, BO, 2019 L-ê tótt un ambaradán, è tutto un ambaradan, significa è tutto un caos, una gran confusione.  Il termine ambaradán nasce dall’unione di due...

Dēres dagli àri (Darsi delle arie)

  Dēres dagli àri, darsi delle arie, significa darsi un’eccessiva importanza, farsi credere più di quanto si è realmente. Proprio come fa il gallo che si arieggia con le ali, senza sollevarsi da terra, come se volesse far sapere a tutti di essere il re del...

Facebook Pagelike Widget

Novità in libreria

Indovinelli dei nostri nonni

Rebus dialettale

Risolvendo questo rebus dialettale troverete il mio nome. Chi sono e a cosa servo?

Vai alla soluzione…

 

 

Previsioni oggi in Emilia Romagna

Meteo Emilia Romagna