Mese di Gennaio 2021

Mese di Gennaio 2021

Mese di Gennaio 2021

Il mese di gennaio inaugura l’anno ed è considerato il più freddo di tutti i mesi. Negli anni passati era anche quello con le più abbondanti nevicate, gioia di bambini e ragazzi che si divertivano con la neve.

Ma la maggior parte delle persone temeva questo mese e, in generale, l’inverno. I più esposti ai pericoli della stagione erano naturalmente gli anziani, per questo si diceva, L-invêren l-ê al boia di vec, l’inverno è il boia dei vecchi.

A Capodanno i bambini si recavano nelle case ad augurare il “Buon Anno”, in cambio di qualche dolcetto, con rime come questa:

 

A sòun gnû a der al Bòun Cap d-An,

ch’a campési bèin zèint an,

zèint an e un dè.

La bòuna man u-m vén a mè.

A-n pretànd nè or nè arżèint,

ed quall ch’a-m dē a sòun cuntèint.

 

Son venuto a dare il buon Capodanno, / possiate campar bene cento anni, / cento anni e un giorno. / La mancia viene a me. / Non pretendo né oro né argento, / di quello che mi date sono contento.

Spesso, in cambio della breve recita, ricevevano dolcetti e qualche spicciolo. Alcune volte non ricevevano nulla e se ne andavano mogi, lanciando degli “auguràz”, cioè maledizioni.

Ricetta contadina

Il Bensone

Il Bensone

Ingredienti: 400 gr di farina 00, 2 uova intere e un rosso d’uovo, 150 gr di zucchero semolato, 100 gr di burro a pezzetti a temperatura ambiente, una bustina di lievito per dolci da mezzo chilo, alcuni cucchiai di latte (solo se l’impasto risultasse troppo duro) e...

leggi tutto

Attualità

Ciclo dei mesi agricoli di Antelami a Parma

Ciclo dei mesi agricoli di Antelami a Parma

Ogni anno abbiamo dedicato il nostro mensile a un Ciclo dei Mesi con i lavori agricoli stagionali raffigurato su vari capolavori architettonici, come il Duomo di Modena, di Ferrara, di Verona. Quest’anno vogliamo dedicarlo alle 12 statue del Ciclo dei Mesi che...

leggi tutto

Cosa Facciamo

Eventi Folclore Contadino ai tempi del Covid-19

Eventi Folclore Contadino ai tempi del Covid-19

Il nostro giornale vive grazie ai sostenitori, agli eventi, agli spettacoli che organizza, alle conferenze, docenze, seminari, presentazioni di libri sulle tematiche di nostro oggetto di studio: folclore e civiltà contadina. Collaboriamo con scuole, Università,...

leggi tutto

Poesia

L’Epifania

L’Epifania

L'Epifanía tóti al fest la pôrta via, a li sēra ind óna scatla ch'a l'avîra sôl par Pasqua (L'Epifania tutte le feste porta via, le chiude in una scatola che apre solo per Pasqua) Foto: Cavalcata dei Re Magi (Duomo di Fidenza)

leggi tutto

Antichi mestieri

Lo zampognaro

Lo zampognaro

Lo zampognaro è il suonatore di zampogna, antico strumento musicale a fiato, molto diffuso un tempo in tutta l’Italia centro-meridionale. I contadini e spesso anche i pastori, durante la stagione invernale, non avevano molto lavoro e lasciavano le loro case per...

leggi tutto

Proverbi contadini

L’Epifania

L’Epifania

L'Epifanía tóti al fest la pôrta via, a li sēra ind óna scatla ch'a l'avîra sôl par Pasqua (L'Epifania tutte le feste porta via, le chiude in una scatola che apre solo per Pasqua) Foto: Cavalcata dei Re Magi (Duomo di Fidenza)

leggi tutto

Tradizioni contadine

La Befana

La Befana

Il giorno dell’Epifania era uno dei più amati dai bambini, in quanto arrivava la Befana, una strega buona che, secondo la tradizione, volteggiava sui tetti a cavallo di una scopa e di notte entrava nelle case, attraverso il camino, per portare ai bambini buoni qualche...

leggi tutto

Ciapēr al tōr par i cōren (prendere il toro per le corna)

Ciapēr al tōr par i cōren, prendere il toro per le corna: affrontare una situazione, un problema, una persona con decisione. Il modo di dire ha origine dall’azione già illustrata in documenti e pitture egizie per mostrare come si doveva procedere al sacrificio del...

“Fradd da can”, freddo da cani

Corso di dialetto modenese del prof. Giorgio Rinaldi  - I modi di dire “Fradd da can”, freddo da cani: freddo terribile. L’origine della locuzione è molto incerta e diverse sono le ipotesi sulla sua antica origine. Forse la spiegazione più realistica è che i...

Andēr a vagg, andare a veglia

Andēr a vagg, andare a veglia: trascorrere le sere d’inverno, in compagnia, nelle stalle. Le serate a veglia iniziavano in genere il primo novembre, giorno di Ognissanti e terminavano il 19 marzo, giorno di San Giuseppe. Un tempo c’era l’usanza di ritrovarsi a sera,...

L-ê tótt un ambaradán

Disegno e testo tratti dal libro di S. Prati - G. Rinaldi, 101 Modi di dire in Emilia-Romagna, Ed. Pendragon, BO, 2019 L-ê tótt un ambaradán, è tutto un ambaradan, significa è tutto un caos, una gran confusione.  Il termine ambaradán nasce dall’unione di due...

Dēres dagli àri (Darsi delle arie)

  Dēres dagli àri, darsi delle arie, significa darsi un’eccessiva importanza, farsi credere più di quanto si è realmente. Proprio come fa il gallo che si arieggia con le ali, senza sollevarsi da terra, come se volesse far sapere a tutti di essere il re del...

Fēr l-agrēst

“Fēr l-agrēst”, fare l’agresto, significa produrre col succo d’uva acerba un condimento acidulo. I contadini, una volta, lo usavano per insaporire carni, pesce e verdure, in sostituzione del succo di limone, quando non era reperibile nelle loro zone. L’uva acerba...

Dēr a mèint

Dēr a mèint, dare retta. Alla lettera “dare a mente”, ossia prestare mente/ attenzione a qualc. Deriva dall’antico italiano dare mente/porre mente (Dante, Leopardi). Nel nostro dialetto abbiamo anche il simile pánder mèint, prestare attenzione. Ohé, cíno, taca mò a...

La vaca la gh-ha magnê i léber

La vaca la gh-ha magnê i léber, la vacca gli ha mangiato i libri: si dice per indicare una persona ignorante e zotica. l’espressione, comune nel Modenese, è di origine bergamasca, nasce probabilmente nel XVI sec. e viene pronunciata per la prima volta dalla maschera...

I mōd ed dîr (i modi di dire)

Cuntēr al pêgri, contare le pecore: cercare di prendere sonno. Questo modo di dire, pronunciato spesso dalle persone con difficoltà a prendere sonno, sembra abbia origine da una fiaba de Il Novellino (fine Duecento), dove si narra che il terribile Ezzelino da Romano,...

Facebook Pagelike Widget

Novità in libreria

Indovinelli dei nostri nonni

Rebus dialettale

Risolvendo questo rebus dialettale troverete il mio nome. Chi sono e a cosa servo?

Vai alla soluzione…

 

 

Previsioni oggi in Emilia Romagna

Meteo Emilia Romagna