Il metato

Il metato

I metati (in dial. mtät/ mtat/ gradézz) erano appositi capanni in muratura di pietra locale a due piani divisi da un fitto graticcio su cui si mettevano le castagne, per farle essiccare. Venivano costruiti vicino ai borghi o più spesso nei boschi e servivano per più...
Patate e luna

Patate e luna

Settembre, in genere, è il mese della raccolta delle patate, anche se questo momento varia a seconda del periodo della loro semina e varietà. Secondo la tradizione contadina la raccolta delle patate è strettamente legata alle fasi lunari. La luce della luna, infatti,...
La Vendemmia

La Vendemmia

L’attività più importante di questo mese, in pianura e in collina, era la vendemmia. A ricordare il momento migliore per questa operazione, un proverbio avvertiva che par San Michêl l’óva l’è tóta mêl, per San Michele (29 sett.), l’uva è tutta miele, cioè dolce e...
I Santi della pioggia di Luglio

I Santi della pioggia di Luglio

I santi della pioggia In luglio, la siccità è sempre stata un grave problema, per i danni provocati alla campagna e la conseguente miseria per gli abitanti. Spesso, per ottenere la pioggia, si svolgevano funzioni religiose, giornate di preghiera e processioni,...
La notte di San Giovanni

La notte di San Giovanni

Molte donne, a piedi nudi, salivano su una scala per raccogliere le noci acerbe, col mallo ancora verde, per fare un liquore digestivo, tipico del Modenese: il nocino. La preparazione di questo liquore inizia il giorno del solstizio d’estate (24 giugno) e termina nel...
Il Cantarmaggio

Il Cantarmaggio

Nelle comunità agricole dell’Appennino tosco-emiliano, un rito antichissimo, ancor oggi praticato presso molte comunità, era quello del Cantarmaggio. La celebrazione iniziava al tramonto del 30 aprile e si concludeva alla sera del primo maggio. Gruppi di giovani,...