Disegno: Giorgio Rinaldi, Orto in estate, pastello ad acquerello.

Nel mese di luglio le raccolte negli orti erano particolarmente ricche: agli, cipolle, fagioli, zucche, zucchine, patate, erbe aromatiche ecc. Molto abbondante era anche la frutta di stagione, come pesche, albicocche, susine e meloni. Un proverbio diceva: lói pultròun al pôrta la zóca col mlòun, luglio poltrone porta la zucca col melone.

L’orto richiedeva molta cura perché, anche in luglio, si continuava a seminare, innestare e innaffiare spesso, essendo la terra assetata, causa il gran caldo e la carenza di pioggia.